I livelli di pensiero, il coaching e i figli!

Ciao,
come ti avevo promesso, con questo post, vado ad approfondire il discorso sui livelli di pensiero e su come questi livelli possono essere utilizzati per il nostro Sviluppo Personale.

Il concetto dei livelli di pensiero in PNL è stato sviluppato da Robert Dilts, basandosi su studi fatti dall’antropologo Gregory Bateson.

Secondo gli studi fatti da Dilts, la nostra mente è organizzata secondo livelli logici (i livelli di pensiero), disposti in una gerarchia ben precisa.

Dalla figura è chiara una cosa: che i livelli superiori includono quelli inferiori e di conseguenza lavorando su un livello superiore, tutti i livelli sottostanti ne beneficiano.

Detto questo, come si lavora su questi livelli? Semplicemente rispondendo a delle domande, ad esempio se ti sei posto l’obiettivo di diventare un imprenditore di successo, fai una verifica, rispondendo a delle domande partendo dai livelli più bassi fino ad arrivare a quelli più alti e più impegnativi.

La figura sotto chiarisce quali sono le domande correlate ad ogni livello.

Andando un po’ più nel dettaglio queste potrebbero essere le domande da porsi di fronte a degli obiettivi che vogliamo raggiungere:

Che persona sarò quando avrò raggiunto il mio obiettivo? (Sfera dell’Identità)
Per quale ragione è importante per me raggiungere questo obiettivo? (Sfera delle Convinzioni e dei Valori)
Cosa avrò realizzato quando avrò raggiunto il mio obiettivo? (Sfera delle Convinzioni e dei Valori)
Cosa mi sostiene nel perseguire questo obiettivo? (Sfera delle Convinzioni e dei Valori)
Cosa succederà se fallirò? (Sfera delle Convinzioni e dei Valori)
Quali pensieri, idee o convinzioni possono frenarmi o condizionarmi? (Sfera delle Convinzioni e dei Valori)
Chi o che cosa può impedirmi di andare avanti? (Sfera delle Convinzioni e dei Valori)
Quali capacità mi serviranno per raggiungere i miei obiettivi? (Sfera delle Capacità)
Quali comportamenti dovrò mettere in atto? (Sfera dei Comportamenti)
Dove posso raggiungere il mio obiettivo, in quale contesto? (Sfera dell’Ambiente)

Avrai notato che la maggior parte delle domande lavorano sulla sfera delle Convinzioni e dei Valori. Questo perchè in PNL e in qualsiasi percorso di Sviluppo Personale è provato, è assodato, che è proprio la sfera delle Convinzioni e dei Valori, quella sulla quale è più importante lavorare e cercare di “installare” convinzioni e valori che siano potenzianti.

Per un qualsiasi percorso di crescita è possibile lavorare su questi aspetti in autonomia, il mio consiglio è sperimentare da soli su obiettivi semplici e comunque non troppo sfidanti.

Qualora le problematiche fossero di tipo più complesso è sempre meglio rivolgersi ad un professionista, un Coach che ti aiuti, in modo particolare, sugli ambiti delle Convinzioni e Valori, sulle Capacità e sui Comportamenti.

Generalmente con un Coach puoi lavorare su tutti livelli di pensiero, ovviamente i livelli più difficili, sfidanti, sui quali un Coach può trovare anche forti resistenze nel proprio operato, da parte del Coachee, sono proprio i livelli Identità e Spiritualità.

D’altra parte, quando con il Coachee si riesce a stabilire un rapporto stretto, è proprio con i livelli più elevati che si possono raggiungere risultati ottimi e duraturi.

Anche in questo caso, come ripeto ormai da tempo, non esistono bacchette magiche, nè soluzioni preconfezionate.

Infine, ritornando al rapporto padre-figlio, di cui ti ho parlato in un precedente post, lo schema sotto riportato, dà un esempio del modo corretto di approcciare i figli e di mettere in pratica nell’educazione i livelli di pensiero.

Allora, quando tuo figlio si è comportato in modo intelligente, sposta l’attenzione sul livello Identità, in tal modo, dicendogli: “Sei intelligente!” otterrai un effetto fortemente potenziante e motivante!

Viceversa, se ha fatto qualcosa di stupido, non lavorare sull’Identità ma tieni la tua attenzione sui Comportamenti, dicendogli: “Hai fatto una cosa stupida!” in questo modo lo indurrai a riflettere e a cambiare comportamento.

Aspetto un tuo commento.

Un saluto
Salvatore