Un traguardo importante!

Ciao,
dopo due settimane di assenza ritorno a scrivere e colgo l’occasione per un primo parziale e molto soggettivo bilancio.

Innanzitutto voglio dirti che non sono scappato, soltanto ho sfruttato questi giorni per la preparazione di grandi novità per tutti i lettori di pnlpractitioner.info. E in più mi sono preparato, psicologicamente 😉 , ad un evento importante.

Si… si tratta del mio compleanno! E non un compleanno qualsiasi, sono entrato negli “anta” compiendo quarant’anni.

Un traguardo importante, appunto, un momento propizio e quanto mai indicato per un bilancio su me stesso, sulla mia identità, sulla mia vita.
Ho colto l’occasione in questi giorni, per fare silenzio intorno a me, e lasciare che questo silenzio riempisse le mie giornate.
Per quanto mi riguarda, non c’è niente di più terapeutico del silenzio, aiuta a focalizzarsi su se stessi e a inquadrare meglio la vita.

La prima cosa che voglio dire è che, se mi guardo indietro, in questi ultimi dieci anni ho vissuto una vita piena, intensa, forte, direi addirittura densa di cambiamenti, avvenimenti, incontri, viaggi e letture.
Ho vissuto molto di più in questi dieci anni che nei precedenti trenta!

Questo è successo per due motivi fondamentali:
prima di tutto perché dieci anni fa, ho deciso di dare una svolta alla mia vita, infatti avevo all’epoca la sensazione che la vita che stessi vivendo non fosse la mia e mi sentivo come a credito nei confronti della vita stessa, come se avessi e volessi ancora esplorare tutto ciò che ancora non avevo visto;
e poi perché ho avuto la fortuna di incontrare una persona che con il suo sorriso ed il suo entusiasmo mi ha contagiato e mi ha aperto un nuovo mondo, una nuova vita in cui potersi godere il presente, smettendo di guardare con rammarico al passato e di pensare con preoccupazione al futuro.
Questa persona adesso è mia moglie!

Certo questo percorso, soprattutto in questi ultimi dieci anni, non è stato tutto rose e fiori, e d’altra parte ogni processo di consapevolezza e di cambiamento non è certo un’autostrada rettilinea, piuttosto è un piccolo sentiero di montagna irto e pericoloso.
Ma tant’è, ogni volta che mi fermo a vedere dove sono arrivato, sono fiero e felice di poter ammirare dal mio sentiero di montagna, l’incredibile bellezza del panorama.

In più, e non da ultimo in termini di importanza, nell’ultimo anno e mezzo ho intrapreso un percorso di crescita e conoscenza interiore allo scopo di capire chi sono veramente e in quali ambiti posso migliorare nel mio approccio con gli altri e con me stesso.
Ho avuto modo di scoprire limiti e potenzialità che non sapevo di avere, e soprattutto mi sono veramente stupito di come, in alcune situazioni, mi sono ritrovato fare cose, per me, prima, impensabili.
E la soddisfazione credimi, è stata tanta!
La strada, però, è appena iniziata e magari tra dieci anni ci ritroviamo qui per un altro bilancio. 😉

Pratica, pratica, pratica!

Lascia un commento e se ti interessa approfondire segui il blog abbonandoti gratuitamente o con facebook.

Un saluto
Salvatore