L’ascolto attivo: parole, ascolto, azione

Il significato di una parola è l’uso che di essa si fa nel linguaggio.

Questa frase di Ludwig Wittgenstein esprime un concetto importante riguardo all’uso che facciamo delle parole, nel linguaggio comune.

In altre parole, il linguaggio è una vera e propria attività fortemente influenzata dal nostro stesso vivere, dal nostro stile di vita, dalle nostre credenze e opinioni.

In questa ottica, comprendere un’espressione linguistica significa non solo fare riferimento a regole logiche e grammaticali ma soprattutto implica la comprensione di tutti quei fattori (linguistici ed extra-linguistici) che determinano il senso di tale espressione.

Detto questo, ascoltare attivamente una persona, significa andare a decodificare le espressioni usate dal nostro interlocutore, ponendo anche delle domande per capire e approfondire meglio il significato delle espressioni utilizzate.

E soprattutto per capire le azioni che ci sono dietro quelle espressioni!

Concludendo quindi, possiamo dire che il linguaggio, di per sé, è azione.

Ad esempio rispondere alla domanda “Ti andrebbe di mangiare una pizza insieme, domani?” con la frase “Sono occupato, domani” costituisce un’azione molto diversa da quella espressa nel rispondere “Non ne ho voglia!”. E in più generano nell’interlocutore un ascolto diverso e, ancora, un’azione diversa da parte dell’interlocutore stesso.

Riguardo ad un fatto come “andare a fare la spesa”, dichiarare “Devo andare a fare la spesa…” costituisce un’azione diversa (e anche un’interpretazione diversa nell’interlocutore) da “Voglio andare a fare la spesa!”.

Ad esempio, chiamo un potenziale cliente e gli chiedo “Posso passare da lei domani alle 9?”. Ottengo come risposta “D’accordo!” e io potrei ascoltare, al di là di quanto effettivamente detto, “È interessato al mio prodotto” oppure “Mi ha dato una risposta secca… non è interessato.” Dalla stessa risposta, ottengo due ascolti diversi e di conseguenza, due azioni completamente diverse!
In questo caso se volessi un ascolto attivo efficace e di conseguenza delle azioni altrettanto efficaci, dovrei porre delle ulteriori domande, per decodificare il vero significato che c’è dietro alla frase “D’accordo”. 😉

Un saluto
Salvatore